Telepass: stesso costo, tanti servizi

Che si viva in città o in zone residenziali, la realtà al giorno d’oggi è sempre la stessa: le automobili sono indispensabili per la vita di tutti i giorni e proprio per questo il loro numero cresce sempre di più, giorno dopo giorno.
Ed ecco allora che ci troviamo costantemente imbottigliati in autostrada oppure bloccati alla colonnina del parcheggio sprovvisti di monete per pagare il parchimetro…e cosa si fa se è già tardi? Si rischia una bella multa.
Insomma, la vita del moderno cittadino può essere tutt’altro che semplice, ma il vecchio detto “aiutati, che il cielo ti aiuta” si dimostra ancora una volta prezioso: servizi come il moderno ed evoluto Telepass, infatti, possono darci vantaggi che nemmeno ci aspettavamo.
Rispondiamo ad una domanda: a cosa serve Telepass? A pagare il pedaggio autostradale, evitando interminabili code e imbarazzanti attese di fronte al cassiere per mancanza di denaro spicciolo. Benissimo, peccato che ci stiamo perdendo molto altro!
Telepass, infatti, include nel costo invariato dal 1996 di 1,26 € (IVA inclusa) anche funzioni che tornano utili alla vita quotidiana di ogni italiano:

– Il pagamento del pedaggio in autostrada transitando sulle corsie dedicate, senza fermarsi al casello e senza necessità di ritirare il biglietto, la famosa “corsia Telepass”;

– Il pagamento della sosta nei princi12246746_10153241182606699_8222876683933473611_npali parcheggi italiani convenzionati, presenti negli aeroporti, stazioni, città e fiere, senza necessità di ritirare il biglietto e senza dover accedere alle casse per il pagamento, evitando le code in ingresso e in uscita;

– Il pagamento della sosta sulle strisce blu nelle città convenzionate, utilizzando il proprio smartphone grazie al servizio gratuito Telepass Pyng. Con questo servizio è possibile interrompere e prolungare la sosta ovunque ci si trovi pagando solo il tempo necessario e per più targhe contemporaneamente senza avere il Telepass sul veicolo. Il servizio è disponibile tramite app per Android e iOS e mobile site https://m.pyng.telepass.it

– Il pagamento dell’accesso all’area C di Milano, attivando preventivamente il servizio sulle targhe abbinate al Telepass;

– L’acquisto ed il ritiro del biglietto per il traghettamento sullo stretto senza passare dalla biglietteria, semplicemente utilizzando la pista Telepass dedicata. Il servizio è al momento attivo sullo stretto di Messina.

Ora provate a trovare un solo buon motivo per non avere Telepass 😉

Per tutte le info su Telapass visita il sito http://bzle.eu/telepass1-569-au/EJPRWSNKI9VRCPEY3HSM e la pagina Fb ufficiale http://bzle.eu/telepass1-575-au/EJPRWSNKI9VRCPEY3HSM
Buzzoole

Nasce in ospadale durante un ozioso pomeriggio di giugno. Dopo una formazione classica decide di cambiare tutto, infatti si iscrive alla Facoltà di Lettere Moderne. Fan sfegatato della vita, capisce quanto sia straordinario raccontarla, talvolta, sorridendole in faccia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *