Vuoi trovare lavoro? Ecco i mestieri piu’ strani del passato e del presente

Quante volte si sente parlare di crisi del mondo del lavoro e della difficoltà di trovare un’occupazione stabile e sicura nel tempo? Ebbene, coloro che sono in cerca di lavoro possono affidarsi alla loro fantasia ed alla creatività più ricca perché la lista dei lavori strani aumenta ogni giorno di più e tali occupazioni risultano non soffrire di crisi, come si può notare sbirciando sul web tra gli annunci di lavoro in Sicilia ad esempio.

Tra i lavori più originali si possono trovare professioni che richiedono addirittura una laurea in chimica come il mestiere del tester di profumi, oppure di abilità pratiche artistiche come il restauratore di nanetti da giardino. Poi ci sono le persone addette alla ricerca: di palline da golf, di animali scomparsi e di gomme da masticare gettate a terra, oppure dei controllori speciali quali i baby sitter negli allevamenti di struzzi -data l’aggressività degli animali- o l’addetto a spingere la gente dentro la metropolitana nelle ore di punta, facendo attenzione che le porte si richiudano senza intoppi fisici. Un lavoro che ricorda il fumetto del pigro Paperino è il collaudatore di materassi, mentre chi ama i videogiochi, può diventare collaudatore di dispositivi elettronici; nella vita frenetica delle grandi città è richiesto anche l’occupatore di parcheggi, che sposta la propria vettura per lasciarvi il posto al vostro arrivo, oppure l’assaggiatore in ristoranti con clientela di pregio. Ci sono anche coloro che devono abbigliarsi in un modo particolare come l’uomo insegna vivente che pubblicizza un ristorante o addirittura il santone turistico, un  falso asceta che intrattiene i turisti ignari con le sue quotidiane fantomatiche abitudini.

Ma i mestieri strani non sono una prerogativa solo dei nostri tempi: nell’Inghilterra del’600 c’erano i whipping boys, ovvero dei ragazzi che venivano puniti e percossi al posto del principino considerato intoccabile, gli addetti alla pulizia e alla cura del corpo degli atleti nella Grecia antica, l’uomo-sveglia che in età vittoriana passava di casa in casa a destare dal sonno le persone bussando all’uscio o ancora il clown per funerali usato per allentare la tensione durante le cerimonie funebri.

Ogni epoca ha le sue peculiarità e davvero è curioso come il progresso riproponga ancora lavori strani ma in linea con le esigenze della società: era meglio il raccoglitore di urina, usata per ripulire la lana in passato, o l’assaggiatore di cibi per cani e gatti del nostro presente?

Nasce in ospadale durante un ozioso pomeriggio di giugno. Dopo una formazione classica decide di cambiare tutto, infatti si iscrive alla Facoltà di Lettere Moderne. Fan sfegatato della vita, capisce quanto sia straordinario raccontarla, talvolta, sorridendole in faccia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *